Come Risparmiare il Carburante

l costo del greggio continua a salire e non riesci più a gestire il consumo di carburante della vettura? Stai pensando di acquistare un’auto nuova a basso consumo per risparmiare sulla benzina ? Hai mai pensato che i consumi eccessivi della tua vecchia auto possono dipendere solo da alcune cattive abitudini consolidate negli anni? Scopri come contenere i consumi della tua vecchia macchina!

L’uso dell’auto è irrinunciabile per molti, per cui se non è possibile sfruttare le nuove soluzioni del car sharing (disponibile comunque quasi esclusivamente nelle grandi città) o del car pooling, e il sistema dei mezzi pubblici non è soddisfacente, non resta che utilizzare la propria auto in modo intelligente, eco-sostenibile, e senza dissanguare il proprio portafogli soprattutto a causa del caro-benzina.

I fattori che fanno consumare più carburante
Non basta infatti rifornire il proprio serbatoio dove costa meno, bisogna anche evitare di commettere alcune leggerezze che possono aumentare il consumo, e che sono legate a semplici questioni di fisica:
il peso: maggiore è il peso che deve essere trasportato, maggiore è il consumo di carburante, quindi non bisogna caricare l’auto oltre il necessario, ricordandosi di scaricarla ogni volta del ‘superfluo’, ed evitando, a meno di particolari necessità, il pieno di carburante (che a sua volta aumenta il peso dell’auto);
l’attrito: per questo fattore contribuiscono sia lo stato dei pneumatici che l’uso di portapacchi e l’apertura dei finestrini. Per quanto riguarda i pneumatici bisognerebbe mantenerli sempre con la giusta pressione, perché se sono sgonfi tendono a produrre più attrito; stesso discorso per il portapacchi che va usato solo quando serve e per i finestrini che non andrebbero aperti a grandi velocità;
la temperatura: anche da questo punto di vista ci sono due aspetti da valutare che sono logicamente legati al caldo ed al freddo. L’uso del climatizzatore aumenta il consumo di carburante e va quindi acceso quando serve scegliendo temperature accettabili e non troppo basse (maggiore è l’escursione termica da mantenere rispetto all’esterno e maggiore sarà l’energia quindi il consumo di carburante impiegato). Di contro il surriscaldamento del motore aumenta il consumo di carburante per cui bisogna mettere da parte le abitudini di guida che portano ad una situazione di questo tipo, spegnendo la macchia durante le lunghe soste.
Manutenzione e abitudini di guida
Un motore in buono stato, con olio non troppo usato e filtri nuovi, garantisce un funzionamento efficiente del motore che a sua volta riduce il consumo di carburante (un aspetto che vale ancora di più per i motori che funzionano con il diesel che essendo meno raffinato tende a sporcare e ingrassare di più e più velocemente).

Bisogna comunque imparare ad avere una guida morbida, evitando di portare il motore ai massimi giri, dalla partenza in poi, dato che maggiori sono i giri e maggiore è il consumo. Quindi le marce vanno cambiate non appena lo sforzo del motore lo richiede, e comunque bisogna avere una guida con andatura costante. Nel traffico cittadino è impossibile ma nel caso di viaggio in autostrada bisogna perciò scegliere un’andatura e mantenerla per tutto il tempo possibile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *